• LOGIN
  • Nessun prodotto nel carrello.

Login

Al momento l'account creato sul sito Gruppo Remark non permette l'accesso alla piattaforma.
L'implementazione verrà fatta al più presto.
L'e-learning unisce la praticita'  (zero vincoli di orario e spostamento) ad una nuova facilita'  di utilizzo: infatti, avendo a disposizione un accesso alla rete è possibile frequentare il corso dovunque ci si trovi ed in qualsiasi momento. TEST INTERMEDI All'interno del percorso formativo sono presenti dei momenti di verifica dell'apprendimento vincolati che consentono all'utente di interagire con l'animazione verificando l'apprendimento dei concetti presentati. SUPERAMENTO Al termine del corso è previsto un test finale che verifica l'apprendimento con domande a risposta singola e multipla riguardo l'intero contenuto del corso suddiviso per i moduli fruiti. CERTIFICAZIONE Il corso prevede una certificazione in base alle disposizioni espresse nel Testo Unico D. Lgs. 81/2008 e rafforzate in sede di Conferenza Stato-Regioni.

Programma

Destinatari

Il percorso formativo per responsabili e addetti ai servizi di prevenzione e protezione è strutturato in tre distinti moduli: A, B e C. Il modulo A costituisci il corso base per lo svolgimento della funzione di RSPP e ASPP. Il modulo A è propedeutico per l’accesso agli altri moduli.

Argomenti

D.Lgs. 81/2008 - Testo Unico sulla Sicurezza e sue ss.mm.ii.; Approfondimento Giuridico – Normativo; Formazione sulla sicurezza; I modelli di organizzazione e di gestione. La vigilanza e gli addetti al servizio di prevenzione e protezione; La responsabilità amministrativa civile e penale dei soggetti giuridici; Sistemi di Gestione e processi organizzativi - Il Decreto Legislativo 231/01; Lo statuto dei lavoratori; Assicurazione contro gli infortuni; Il quadro giuridico europeo; Sistemi di gestione, processi organizzativi e norme UNI e CEI; La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro; Lavoratrici in gravidanza; Introduzione alla prevenzione incendi; Il sistema legislativo e i soggetti del sistema di prevenzione aziendale; Competenze relazionali e conoscenza della realtà aziendale; Il sistema di vigilanza e assistenza; I principali soggetti del sistema; Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza; La gestione delle emergenze; Individuazione dei rischi; Principi comuni; I criteri degli strumenti per l'individuazione e la valutazione dei rischi; Infortuni mancati e dispositivi di protezione; Fattori di rischio e relative misure di prevenzione; Rischi, incidenti e infortuni mancati; I near miss; Sistemi di Gestione e processi organizzativi - Il DUVRI; Segnaletica di Salute e Sicurezza sul Luogo di Lavoro; I luoghi di lavoro; Uso delle attrezzature di lavoro e DPI; Movimentazione Manuale dei Carichi; Rischio videoterminali; Agenti fisici; Sostanze pericolose; Emergenza Sismica; La sorveglianza sanitaria

Obiettivo

Il Modulo A deve consentire ai responsabili e agli addetti dei servizi di prevenzione e protezione di essere in grado di conoscere: - la normativa generale e specifica in tema di salute e sicurezza e gli strumenti per garantire un adeguato approfondimento e aggiornamento in funzione della continua evoluzione della stessa; - tutti i soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i loro compiti e le responsabilità; - le funzioni svolte dal sistema istituzionale pubblico e dai vari enti preposti alla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro; - i principali rischi trattati dal d.lgs. n. 81/2008 e individuare le misure di prevenzione e protezione nonché le modalità per la gestione delle emergenze; - gli obblighi di informazione, formazione e addestramento nei confronti dei soggetti del sistema di prevenzione aziendale; - i concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione e protezione; - gli elementi metodologici per la valutazione del rischio.

Obblighi e sanzioni per inadempienza

Secondo gli articoli 36 e 37 del D. Lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza), la sanzione per l’inadempimento degli obblighi di informazione, formazione e addestramento di cui consiste nell’arresto da quattro a otto mesi del datore di lavoro/dirigente o nell’ammenda da 2.000 a 4.000 euro (violazione dell'articolo 18, comma 1, lettera l), moltiplicato per il numero dei lavoratori senza adeguata formazione. Come previsto dal D.L. 76/13, dal 01/07/13 le sanzioni previste dal D. Lgs. 81/08 sono aumentate del 9,6% e potranno subire successivi ulteriori aumenti dalla Direzione Generale per l'attività Ispettiva del Ministero del Lavoro.

Powered by Escagency
X